Che mutui offrono le banche a Marzo 2013?

Che mutui offrono le banche a Marzo 2013?

Tassi sui mutui proposti dalle banche: monitor della situazione al giorno 03/03/2013.

Le soluzioni proposte di seguito sono quelle considerate più vantaggiose. Ad integrazione di tutto, vi forniamo alcune brevi considerazioni sull’andamento dei tassi e sulle opportunità che potrebbero presentarsi.

Ricordate di valutare ogni offerta personalmente e con l’ausilio della banca, perchè ogni proposta di mutuo è soggetta a clausole. Eventuali promozioni, inoltre, potrebbero non essere più valide.

Nell’articolo non si tiene conto delle spese di istruttoria o di perizia: l’analisi è realizzata esclusivamente sul tasso.

Anticipiamo che, in questo mese, si registra un aumento medio dei tassi fissi proposti, soprattutto per durate lunghe.

La simulazione è fatta per un acquisto di prima casa (del valore di 200mila euro), per un mutuo di 100mila euro, con età del richiedente pari a 30 anni.

I tassi proposti risultavano realmente offerti al giorno 03/03/2013, sul sito www.mutuionline.it

Tasso Fisso - Simulazione Marzo 2013

Durata: 20 anni
GRUPPO BANCO POPOLARE: 5,25% (Tasso finito)
WEBANK: 5,29% (IRS 20A + 2,80%)
IW BANK: 5,40% (IRS 20A + 3,00%)
Durata: 30 anni
WEBANK: 5,44% (IRS 30A + 2,90%)
IW BANK: 5,45% (IRS 30A + 3,00%)
BARCLAYS: 5,49% (IRS 30A + 3,05%)

Tasso Variabile - Simulazione Marzo 2013

Durata: 20 anni
INTESA SANPAOLO: 2,92% (Euribor 1M + 2,80%)
BNL – GRUPPO BNP PARIBAS: 2,97% (Euribor 1M + 2,85%)
CARIPARMA – CRÉDIT AGRICOLE: 3,01% (Euribor 3M + 2,80%)
Durata: 30 anni
DEUTSCHE BANK: 3,06% (Euribor 3M + 2,85%)
CHEBANCA!: 3,06% (Euribor 3M + 2,85%)
BARCLAYS: 3,11% (Euribor 3M + 2,90%)

Tasso Variabile Con Cap - Simulazione Marzo 2013

Durata: 20 anni
WEBANK: 3,51% (Euribor 3M + 3,30%) Cap: 6,50%
IW BANK: 3,61% (Euribor 3M + 3,40%) Cap: 6,10%
GRUPPO BIPIEMME: 3,66% (Euribor 3M + 3,45%) Cap: 6,00%
Durata: 30 anni
WEBANK: 3,61% (Euribor 3M + 3,40%) Cap: 6,50%
GRUPPO BIPIEMME: 3,66% (Euribor 3M + 3,45%) Cap: 6,00%
IW BANK: 3,71% (Euribor 3M + 3,50%) Cap: 6,10%

I mutui a tasso variabile rimangono ai livelli del periodo. Non ci sono stati aumenti rilevanti dei tassi Euribor di riferimento e i migliori spread applicati si assestano tra il 2,85% e il 3%.

Al contrario, per quanto riguarda i tassi fissi, e ci riferiamo particolarmente alle durate lunghe, si registra un rialzo. Per le rate di marzo, spesso è utilizzato il parametro di riferimento medio del mese precedente (febbraio), che risultava in rialzo rispetto ai mesi precedenti.

I valori aggiornati dei tassi di indicizzazione potete trovarli nelle nostre apposite pagine dedicate ad Euribor ed Eurirs.

Il parametro fondamentale da considerare quando si accende un mutuo è l’aspettativa di guadagno (e risparmio) futuro. Qualsiasi previsione a lungo termine sull’Euribor è soggetta a cambiamenti d’umore e potrebbe risultare errata.

 

Aggiungi commento