Quale mutuo con il mio stipendio? Giugno 2017

  
  

Partendo dallo stipendio mensile e dall’importo del mutuo desiderato, si può ricavare quale è la durata del mutuo da scegliere.

Uno dei parametri fondamentali per la concessione del mutuo è che il rapporto rata mensile / reddito mensile sia ragionevole (vedi articolo).

Un rapporto considerato ottimale dalle banche è 30-35% (per i mutui a tasso variabile anche meno). In altri termini, chi guadagna 1000 euro al mese è vincolato a pagare una rata massima di mutuo pari a 300-350 euro.

  
  

Facciamo un pò di calcoli, partendo da tassi reali, concessi sul mercato nel mese di Giugno 2017 (per un confronto sui tassi migliori, si rimanda a questo articolo).

Per il Mutuo a Tasso Fisso abbiamo effettuato una simulazione con i seguenti valori:

  • Mutuo di 10 anni: 1.25%
  • Mutuo di 15 anni: 1.66%
  • Mutuo di 20 anni: 1.84%
  • Mutuo di 25 anni: 2.10%
  • Mutuo di 30 anni: 2.17%

Per il Mutuo a Tasso Variabile abbiamo effettuato una simulazione con i seguenti valori:

  • Mutuo di 10 anni: 0.56%
  • Mutuo di 15 anni: 0.56%
  • Mutuo di 20 anni: 0.56%
  • Mutuo di 25 anni: 0.83%
  • Mutuo di 30 anni: 0.83%

Per il Mutuo a Tasso Variabile con CAP abbiamo effettuato una simulazione con i seguenti valori:

  • Mutuo di 10 anni: 0.77%
  • Mutuo di 15 anni: 1.03%
  • Mutuo di 20 anni: 1.08%
  • Mutuo di 25 anni: 1.13%
  • Mutuo di 30 anni: 1.60%

Abbiamo considerato, come rapporto rata/reddito massimo, il 35%.

Di seguito riportiamo i risultati della simulazione:

  • Nella prima colonna è indicato il mutuo che si vuole ottenere.
  • Nelle altre colonne, in base alla durata, lo stipendio minimo che occorre per ottenere tale durata, stante i tassi indicati in precedenza.

Mutuo a Tasso Fisso ottenibile in base allo stipendio

Mutuo 10 anni
(1.25%)
15 anni
(1.66%)
20 anni
(1.84%)
25 anni
(2.10%)
30 anni
(2.17%)
40.000 1.050 750 600 500 450
50.000 1.300 900 750 650 550
60.000 1.550 1.100 900 750 650
70.000 1.800 1.300 1.000 900 800
80.000 2.050 1.450 1.150 1.000 900
100.000 2.550 1.800 1.450 1.250 1.100
120.000 3.050 2.200 1.750 1.500 1.300
140.000 3.550 2.550 2.000 1.750 1.550
160.000 4.100 2.900 2.300 2.000 1.750
180.000 4.600 3.250 2.600 2.250 1.950
200.000 5.100 3.600 2.850 2.450 2.200
250.000 6.350 4.500 3.600 3.100 2.750
300.000 7.650 5.400 4.300 3.700 3.250
350.000 8.900 6.300 5.000 4.300 3.800
400.000 10.150 7.200 5.700 4.900 4.350
500.000 12.700 9.000 7.150 6.150 5.450

Mutuo a Tasso Variabile ottenibile in base allo stipendio

Mutuo 10 anni
(0.56%)
15 anni
(0.56%)
20 anni
(0.56%)
25 anni
(0.83%)
30 anni
(0.83%)
40.000 1.000 700 550 450 400
50.000 1.250 850 650 550 450
60.000 1.500 1.000 800 650 550
70.000 1.750 1.200 900 750 650
80.000 2.000 1.350 1.050 850 750
100.000 2.450 1.700 1.300 1.100 900
120.000 2.950 2.000 1.550 1.300 1.100
140.000 3.450 2.350 1.800 1.500 1.300
160.000 3.950 2.650 2.050 1.700 1.450
180.000 4.450 3.000 2.300 1.900 1.650
200.000 4.900 3.350 2.550 2.150 1.800
250.000 6.150 4.150 3.150 2.650 2.250
300.000 7.350 5.000 3.800 3.200 2.700
350.000 8.600 5.800 4.450 3.700 3.150
400.000 9.800 6.650 5.050 4.250 3.600
500.000 12.250 8.300 6.300 5.300 4.500

Mutuo a Tasso Variabile con CAP ottenibile in base allo stipendio

Mutuo 10 anni
(0.77%)
15 anni
(1.03%)
20 anni
(1.08%)
25 anni
(1.13%)
30 anni
(1.60%)
40.000 1.000 700 550 450 400
50.000 1.250 900 700 550 500
60.000 1.500 1.050 800 700 600
70.000 1.750 1.200 950 800 700
80.000 2.000 1.400 1.100 900 800
100.000 2.500 1.750 1.350 1.100 1.000
120.000 3.000 2.100 1.600 1.350 1.200
140.000 3.500 2.400 1.900 1.550 1.400
160.000 4.000 2.750 2.150 1.750 1.600
180.000 4.500 3.100 2.400 2.000 1.800
200.000 4.950 3.450 2.650 2.200 2.000
250.000 6.200 4.300 3.350 2.750 2.500
300.000 7.450 5.150 4.000 3.300 3.000
350.000 8.700 6.000 4.650 3.850 3.500
400.000 9.900 6.900 5.300 4.400 4.000
500.000 12.400 8.600 6.650 5.500 5.000
Questa apparente convenienza del mutuo a tasso variabile incide molto sulla sua scelta. Ricordiamo sempre che la rata, nel caso di mutuo variabile, può salire anche di molto negli anni: in questo caso, valutate la possibilità di poter sostenere rate più alte in futuro.
  
  
  

Commenti