Mutuo ristrutturazione Mediolanum

Mutuo ristrutturazione Mediolanum

Il mutuo ristrutturazione offerto da Mediolanum è un’ottima occasione da abbinare ai benefici fiscali previsti, in caso di ristrutturazione casa e riqualificazione energetica.

Il mutuo ristrutturazione Mediolanum offre uno spread vantaggioso

Il Mutuo Ristrutturazione fa parte dell’offerta Mediolanum conosciuta come “Riparti Italia“.

Fino al 31 dicembre 2013, la convenienza di questo mutuo può essere abbinata alle importanti agevolazioni fiscali previste in caso di ristrutturazione della casa, acquisto mobili ed elettrodomestici, lavori per opere di risparmio energetico. Tali agevolazioni infatti vanno richieste entro il 31/12/2013 (quelle per il risparmio energetico sono state prorogate fino al 30/06/14).

La principale caratteristica del mutuo, che salta subito all’occhio e viene enfatizzata dagli spot pubblicitari, è lo spread al 2,25%, un valore assolutamente concorrenziale rispetto alla media degli spread che vengono offerti in questo periodo (nei casi migliori lo spread è pari al 2,75%).

Un importante risparmio a livello di rata da pagare, da aggiungere alle detrazioni fiscali previste per legge.

A chi conviene

A tutti coloro che hanno intenzione di:

  • Ristrutturare casa (o acquistare mobili ed elettrodomestici): per questi lavori si potrà beneficiare di una detrazione fiscale pari al 50% delle spese.
  • Realizzare opere di risparmio energetico: in questo caso la detrazione fiscale è del 65%.

Per poter poi usufruire delle detrazioni è chiaro che tutti i pagamenti sostenuti per le spese devono essere tracciabili (ed eseguiti, ad esempio, tramite bonifico).

 

Caratteristiche del mutuo

Il mutuo ristrutturazione Mediolanum è un  mutuo ristrutturazione SAL, infatti l’erogazione dell’importo può avvenire in un’unica soluzione al termine dell’esecuzione dei lavori o, a tranches, fino al raggiungimento del totale richiesto.

Il mutuo è a tasso variabile indicizzato all’Euribor 3 mesi + spread 2,25%.

Un altro piccolo vantaggio consiste nel fatto che lo spread è dinamico e cala all’aumento dell’euribor. In particolare lo spread:

  • scende al 2,05% se l’euribor supera il 2,5%
  • scende all’1,85% se l’euribor supera il 3,5%
  • scende all’1,65% se l’euribor supera il 5,5%

L’importo minimo richiedibile è pari a 25mila euro.

Il mutuo, che può avere durata compresa tra 10 e 20 anni, è garantito da un’ipoteca di primo grado sull’immobile e l’importo del mutuo non può superare la metà del valore della garanzia a lavori eseguiti (LTV fino al 50%)

Le spese di istruttoria sono pari allo 0,40% dell’importo richiesto (massimo 600 €), e le spese di perizia sono pari a 200 €.

Aggiungi commento