Mutuo INPS agevolato per pensionati e dipendenti pubblici

  
  

Occasione di risparmio per i pensionati o i dipendenti pubblici che vogliono accendere un mutuo. Tassi fissi e variabili a condizioni vantaggiose

Periodicamente si presentano alcune opportunità per ottenere un mutuo a condizioni più vantaggiose: i dipendenti pubblici e i pensionati possono usufruire di questa possibilità offerta dall’Inps (di cui adesso fa parte anche l’Inpdap).

Nella speranza che l’offerta sia poi veramente fruibile, e non ci siano intoppi di vario genere, esponiamo in sintesi quanto viene indicato nella fonte ufficiale della notizia.

Agevolazione INPS-INPDAP per i mutui

Oggetto dell’offerta

Mutui ipotecari con le seguenti caratteristiche:

  • Finalità: acquisto della prima casa di abitazione
  • Durate ammesse: 10, 15, 20, 25 o 30 anni.
  • Importo massimo: euro 300.000, comprese le spese per eventuali pertinenze.

Le offerte sono erogate fino ad esaurimento del budget complessivo stanziato.

  
  

 

A chi è rivolta

  • Dipendenti pubblici a tempo indeterminato
  • Pensionati da almeno 3 anni

L’iscritto o i componenti il nucleo familiare non devono risultare proprietari di altra abitazione in tutto il territorio nazionale, salve le particolari ipotesi previste e dettagliate dal Regolamento (proprietà di quote; immobile assegnato al coniuge separato; iscritto che intenda costituire un proprio nucleo familiare, distinto da quello dei genitori; immobile da acquistare sito ad almeno 250 Km da altro eventuale immobile di proprietà, in caso di disponibilità finanziarie residue).

Condizioni del mutuo

Attualmente, i tassi sono:

  • Mutuo fisso: tasso al 3,75%;
  • Mutuo variabile (rate semestrali)
    Primo anno: tasso al 3,50%
    Successivamente:  tasso pari a Euribor 6mesi (a 360gg) + 0,90%. Il parametro di riferimento è rilevato il 30 giugno o il 31 dicembre del semestre precedente

E’ un’opportunità molto vantaggiosa, se paragonata alle offerte di questo periodo.

=> leggi tutti i dettagli sui mutui e le offerte QUI

Come presentare la domanda

La domanda, redatta sull’apposito modello fornito dall’istituito (sezione modulistica) corredata da tutta la documentazione richiesta, deve essere inviata dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno, all’Ufficio Provinciale o Territoriale Inps Gestione ex Inpdap competente. La competenza è determinata dall’ubicazione dell’abitazione cui si riferisce la domanda di mutuo. Le domande con documentazione incompleta sono rigettate.

Informazioni
Per conoscere i dettagli sempre aggiornati dell’offerta, invitiamo comunque a fare riferimento alla pagina ufficiale del sito INPS / INPDAP.

Se non sei ancora arrivato a percepire la tua pensione è lontana puoi iniziare a fare un pò di calcoli per sapere quando andare in pensione.

  
  
  

Commenti