Mutuo Inpdap / Inps: condizioni aggiornate 2016

  
  

mutuo-inpdap-inps-condizioni-aggiornate-2016Sono state comunicate, per l’anno 2016, le condizioni aggiornate del Mutuo Inpdap / Inps, riservato ai dipendenti pubblici (in servizio o in pensione).

In realtà, già chi stipula il mutuo nel secondo semestre 2015 seguirà le nuove condizioni, anche se i tassi definitivi sono stati confermati solo nell’ultima circolare del mese di ottobre.

Rispetto alle condizioni precedenti, oltre che a variazioni di tasso, l’INPS ha deciso di ampliare l’offerta di mutuo anche a finalità che prima risultavano escluse. Fino al semestre scorso, infatti, il mutuo era richiedibile solo per acquisto della prima casa da adibire a residenza.

Finalità ammesse dal mutuo Inpdap/Inps

Il mutuo Inpdap/Inps è richiedibile per le seguenti finalità.

  
  

Acquisto/Costruzione della prima casa, destinata a residenza del richiedente. In tal caso la somma richiedibile non può eccedere i 300.000 euro.

Lavori di manutenzione ordinaria e/o straordinaria. Non può essere richiesta una somma che ecceda il 40% del valore dell’immobile, e comunque non superiore a 150.000 euro.

Acquisto/Costruzione box auto/posto auto, con un limite di importo richiedibile pari a 75.000 euro.

Caratteristiche principali del mutuo

Premessa: coloro che hanno stipulato un mutuo con le condizioni precedenti, continueranno a pagare le rate secondo quanto stabilito alla stipula.

Le nuove condizioni si riferiscono ai mutui di nuova accensione, la cui prima rata verrà pagata nel 2016.

Chi sceglie un tasso fisso, avrà un tasso pari al 2,95% per tutta la durata del mutuo.

Per il mutuo variabile invece, il tasso sarà pari al valore dell’Euribor 6Mesi, maggiorato del 2%. La rilevazione dell’Euribor avviene il 30/06 o il 31/12 del semestre precedente.

Le rate del mutuo Inpdap / Inps sono semestrali (si pagano quindi 2 volte l’anno). In precedenza i mutui fissi avevano rate mensili, con le nuove condizioni non più.

Le durate ammesse sono 10, 15, 20, 25 o 30 anni (max 15 anni per chi ha già compiuto 65 alla stipula).

Requisiti per accedere al mutuo Inpdap/Inps

I beneficiari sono i dipendenti pubblici in attività di servizio con contratto di lavoro a tempo indeterminato, oppure i pensionati iscritti alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali.

Il richiedente o i componenti il nucleo familiare non devono risultare proprietari di altra abitazione in tutto il territorio nazionale, fatte salve le seguenti eccezioni:

  • proprietà di quote
  • immobile assegnato al coniuge separato
  • iscritto che intenda costituire un proprio nucleo familiare, distinto da quello dei genitori
  • immobile da acquistare, sito ad almeno 150 Km da altro eventuale immobile di proprietà, in caso di disponibilità finanziarie residue.
  
  
  

Commenti