Migliori offerte di Mutuo per Ristrutturazione – Dicembre 2017

  
  

migliori-mutui-per-ristrutturazione

Quali sono i più convenienti mutui per ristrutturazione? Vi presentiamo una lista delle migliori offerte bancarie, che risultavano attive al giorno 04/12/2017.

Ricordate che, anche nel caso di mutuo per ristrutturazione, occorre fornire una garanzia ipotecaria per ottenere il mutuo.

Valutate quindi ogni eventualità e, per cifre medio-piccole, verificate se risulta più comodo richiedere un prestito anzichè un mutuo. L’iter di concessione sarebbe più breve e, salvo casi particolari, non vi sarebbero richieste garanzie aggiuntive.

  
  

I mutui che presentiamo sono ordinati puramente per tasso.

Non vengono indicate le spese di istruttoria o di perizia, che sicuramente esistono e vanno valutate attentamente prima di scegliere.

La simulazione è fatta con i seguenti dati:

  • Mutuo per ristrutturazione
  • Valore immobile: 100mila euro
  • Mutuo di 50mila euro
  • Età del richiedente: 30 anni

I tassi proposti risultavano realmente offerti al giorno 04/12/2017, sul sito MutuiOnline.it

Tasso Fisso - Simulazione Dicembre 2017
Durata: 10 anni

  • BANCA CARIGE: 1,00% (Tasso finito)
  • UNICREDIT: 1,00% (Tasso finito)
  • VENETO BANCA: 1,00% (Tasso finito)
  • INTESA SANPAOLO: 1,00% (Tasso finito)
  • CREDEM: 1,02% (IRS 10A + 0,20%)
Durata: 20 anni

  • CREDEM: 1,57% (IRS 20A + 0,20%)
  • BANCA CARIGE: 1,60% (Tasso finito)
  • VENETO BANCA: 1,60% (Tasso finito)
  • INTESA SANPAOLO: 1,60% (Tasso finito)
  • UNICREDIT: 1,70% (Tasso finito)

Tasso Variabile - Simulazione Dicembre 2017
Durata: 10 anni

  • BANCA CARIGE: 0,50% (Tasso finito)
  • UNICREDIT: 0,57% (Tasso finito)
  • CREDEM: 0,57% (Eur 3M + 0,90%)
  • BANCADINAMICA CARISMI: 0,62% (Eur 3M + 0,95%)
  • BANCA SELLA: 0,67% (Eur 3M + 1,00%)
Durata: 20 anni

  • BANCA CARIGE: 0,50% (Tasso finito)
  • CREDEM: 0,57% (Eur 3M + 0,90%)
  • BANCA SELLA: 0,67% (Eur 3M + 1,00%)
  • UNICREDIT: 0,67% (Tasso finito)
  • CHEBANCA!: 0,70% (Eur 3M + 1,03%)

Il parametro fondamentale da considerare quando si accende un mutuo è l’aspettativa di guadagno (e risparmio) futuro. Qualsiasi previsione a lungo termine sull’Euribor è soggetta a cambiamenti d’umore e potrebbe risultare errata.

  
  
  

Commenti