Legge 106: conviene passare da tasso variabile a fisso

Legge 106: conviene passare da tasso variabile a fisso

Grazie all’articolo 8 comma 6 della legge 106 del 2011, è possibile convertire il tasso del proprio mutuo da variabile a fisso.

Ne abbiamo già parlato in un altro articolo, ma vogliamo ricordarlo nuovamente, perchè, con i tassi attuali, siamo di fronte ad una occasione irripetibile!

Ricordiamo le condizioni necessarie per poter usufruire di tale normativa:

  • il mutuo deve essere stato stipulato, a tasso variabile, prima del 14 maggio 2011 (data di entrata in vigore del decreto)
  • il mutuo non deve essere superiore a 200.000 euro
  • la finalità del mutuo deve essere acquisto prima casa o ristrutturazione
  • il reddito equivalente (ISEE) del mutuatario non deve superare i 35.000 euro
  • il mutuatario non deve avere situazioni di morosita’.

Tale operazione è possibile fino al 31 dicembre 2012.

E’ un periodo di Euribor ed Eurirs molto bassi (ai minimi storici): peccato però che le banche si tutelino applicando degli spread alti (sul variabile anche oltre il 3%, quando solo un anno fa le offerte migliori avevano uno spread inferiore all’1%).

Il grandissimo vantaggio offerto dalla legge 106 consiste nel fatto che si può passare ad un mutuo a tasso fisso, mantenendo lo spread che si aveva con il mutuo a tasso variabile. Per il mutuo a tasso fisso, inoltre, verrà utilizzato come indice di riferimento l’Eurirs di durata pari alla durata residua del mutuo. Se la durata residua del mutuo è maggiore di 10 anni, verrà utilizzato l’Eurirs a 10 anni.

Se voi siete tra coloro che hanno acceso, più di un anno fa, un mutuo a tasso variabile con spread intorno all’1%, affrettatevi e fate valere i vostri diritti, perchè questa legge offre veramente un regalo insperato!

Facciamo un esempio: il signor Rossi ha un mutuo a tasso variabile (ottenuto prima del 14/05/11), con uno spread dell’1%, della durata residua di 20 anni.

In tal caso quindi il nuovo tasso fisso che otterrà sarà:

Eurirs a 10 anni (pari al 1,66%, in data 01/06/12) + Spread 1%

Il suo nuovo mutuo avrà un tasso fisso del 2,66% (=1,66+1), per tutti i 20 anni restanti !

Sapete cosa significa? Che su un mutuo di 100mila euro, con 20 anni residui di ammortamento, la rata (fissa!) sarà pari a 537 euro circa. Anche rinegoziando il mutuo ai migliori tassi fissi offerti adesso (5,25%), non paghereste meno di 670 euro al mese .

 

Aggiungi commento