Green Economy: Fondo per l’occupazione giovanile

Green Economy: Fondo per l’occupazione giovanile

Finanziamenti a tasso agevolato concessi alle imprese e finalizzati alla realizzazione di progetti e interventi in ambito green o per la messa in sicurezza del territorio dal rischio idrogeologico e sismico. Per accedere al finanziamenti le imprese devono assumere giovani

 

Il Ministero dell’Ambiente, grazie al Fondo rotativo di Kyoto, concede finanziamenti a tasso agevolato alle imprese e che realizzano progetti e interventi in ambito green o per la messa in sicurezza del territorio dal rischio idrogeologico e sismico e alle imprese che assumono giovani nell’ambito della green economy.

 

Beneficiari

I beneficiari dell’agevolazione sono:

  • imprese, sia in forma individuale, che societaria e loro consorzi
  • imprese legate con un contratto di rete

 

Iniziative ammissibili

Il finanziamento agevolato è concesso per la realizzazione di progetti delle seguenti tipologie:

  • protezione del territorio e prevenzione dal rischio sismico
  • ricerca, sviluppo e produzione di biocarburanti di seconda e terza generazione
  • ricerca, sviluppo, produzione e installazione di tecnologie nel solare-termico, solare a concentrazione, solare termo-dinamico, solare fotovoltaico, biomasse, biogas e geotermia
  • incremento dell’efficienza negli usi finali dell’energia nei settori civile, industriale e terziario, compresi gli interventi di social housing

Condizioni per accedere al finanziamento agevolato

I progetti di investimento presentati dalle imprese devono prevedere occupazione aggiuntiva a tempo indeterminato di almeno 3 giovani con età non superiore a 35 anni.
Nel caso si assumano più di 3 persone almeno un terzo dei posti di lavoro è riservato a giovani laureti con età non superiore a 28 anni.
Se il progetto è presentato da S.r.l. semplificate, PMI ed ESCO il numero di assunzioni minimo è pari a una unità.
 

Soglia minima di investimento

Il progetto di investimento presentato deve essere minimo pari a 1.000.0000 di euro, è ridotto a 500.000 euro nel caso di progetti presentati da PMI ed ESCO e a 200.000 euro per progetti presentati da S.r.l. semplificate.
 

Quota massima di cofinanziamento

La percentuale massima finanziabile dal Fondo è pari al 60% del costo complessivo delle spese ammissibili. Se i progetti sono presentati da PMI, Esco, S.r.l semplificate la percentuale massima arriva al 75%.

 

Scandenza

Le domande devono essere presentate dal 26 aprile 2013

 

Riepilogo del bando

Riepilogo del bando

  • Beneficiari: Imprese
  • Tipologia: Finanziamento agevolato
  • Data Scadenza: 26 aprile 2013
  • Area Geografica: Tutte le regioni
  • il Bando


 

Informazioni sul Finanziamento

 

Aggiungi commento