Finanziamenti a fondo perduto per ditte individuali

Finanziamenti a fondo perduto per ditte individuali

Avviare una ditta individuale necessità come per le altre imprese di avere a disposizione del capitale da investire, vediamo un finanziamento a fondo perduto per le ditte individuale sul quale può essere utile investigare.

Aprire una ditta individuale necessita di capitale di finanziamento per sostenere la fase di startup e permettere all’impresa di autosostenersi a regime.

In questo articolo descriviamo l’agevolazione che Invitalia concede per finanziare la ditta individuale, spesso chiamata anche prestito d’onore

Chi sono i beneficiari

L’agevolazione è riservata alle persone fisiche che intendono avviare un’attività di lavoro autonomo in forma di ditta individuale.

Quali requisiti devono avere i beneficiari?

  • Il richiedente deve essere maggiorenne alla data di in cui presenta la domanda
  • Non deve essere occupato alla data di presentazione della domanda
  • Deve resiedere nel territorio italiano da almeno sei mesi alla data di presentazione della domanda
  • sede legale e operativa dell’attività deve essere ubicata sul territorio nazionale

Attività finanziabili

Le idee da trasformare in ditta individuale possono appartenere ai settori di produzione di beni, fornitura di servizi, commercio.
Sono escluse dall’agevolazione:

Attività finanziabili

  • Produzione primaria di prodotti agricoli di cui all’allegato I del Trattato CE
  • Pesca e acquacoltura

Entità del Finanziamento

L’investimento complessivo non può superare i 25.823 Euro IVA esclusa. Parte del finanziamento è a fondo perduto e parte a tasso aggevolato (30% del tasso di riferimento al momento della stipula) da restituire in 5 anni fino ad un importo massimo di 15.000€.

Spese Ammissibili

Le spese ammissibili dall’agevolazione sono:

Spese Ammissibili

  • attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti
  • beni immateriali a utilità pluriennale
  • ristrutturazione di immobili, entro il limite massimo del 10% del valore degli investimenti
  • materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti, nonché altri costi inerenti al processo produttivo
  • utenze e canoni di locazione per immobili
  • oneri finanziari, prestazioni di garanzie assicurative sui beni finanziati

Si precisa che la ditta individuale deve essere costituita dopo la presentazione della domanda per l’accesso al contributo.

Per approfondire l’agevolazione:
Sito ufficiale

13 Comments

  1. fabio 28/11/2012
  2. GIULIA 02/01/2013
  3. angelo 23/05/2013
  4. luca 12/06/2013
  5. pasqua 09/07/2013
    • matteo 09/07/2013
  6. giacomo 27/07/2013
  7. gianna 11/06/2014
  8. admin 14/06/2014
  9. rita 04/07/2014
  10. cosimo 05/07/2014
  11. Giuseppe 25/09/2014
  12. Davide 11/01/2016

Aggiungi commento