Contributo in conto capitale

  
  
Finanziamenti in conto capitale: cosa sono ?

 

Cos’è il contributo in conto capitale ?

Consiste nel classico contributo “a fondo perduto”. Generalmente si calcola come percentuale delle spese ammissibili e non è prevista alcuna restituzione di capitale o pagamento di interessi.

Il finanziamento in conto capitale è una forma di erogazione di incentivi alle imprese. Per quanto riguarda le agevolazioni finanziarie esistono altre forme tecniche per erogare incentivi alle imprese come il credito d’imposta, il bonus fiscale, la concessione di garanzia, contributo in conto interessi e il finanziamento agevolato.

  
  

La materia delle agevolazioni finanziarie è normata dal Decreto Legislativo 31 marzo 1998 n. 123, Disposizioni per la razionalizzazione degli interventi di sostegno pubblico alle imprese
Il decreto individua i principi che regolano i procedimenti amministrativi per gli interventi per lo sviluppo delle attivita’ produttive, come incentivi, contributi, agevolazioni, sovvenzioni e i benefici di qualsiasi genere.

Garanzie per ottenere il contributo in conto capitale ?
Di solito non sono necessarie garanzie da parte dell’impresa beneficiaria, tranne quando tale finanziamento prevede l’erogazione di un anticipo.

Come viene gestito il finanziamento in conto capitale in bilancio ?
Il contibuto in conto capitale viene imputato a bilancio in base al principio di competenza, la sua collocazione è la voce E.20 tra i “Proventi straordinari”.

Procedure di erogazione del finanziamento

La procedura di erogazione del contributo in conto capitale è desctitto al punto 2 dell’articolo 7 del decreto legislativo 123/98 dove si stabilisce che quando all’impresa viene assegnato un contributo in conto capitale, tale contributo viene posto a disposizione dell’impresa beneficiaria presso una banca appositamente convenzionata, in piu’ quote annuali, stabilite per ogni regime di aiuto da ciascun soggetto competente, tenuto conto della durata del programma.

Le erogazioni a favore dell’impresa beneficiaria sono effettuate dal soggetto responsabile per un importo pari allo stato di avanzamento contabile dell’iniziativa.

Il contributo può essere erogoto anche in anticipo, in questo caso sono necessarie delle garanzie, ad esempio una fideiussione bancaria o polizza assicurativa d’importo pari almeno alla somma da erogare.

  
  
  

Commenti