Agevolazioni patrimonializzazione delle PMI

  
  
Per le imprese che esportano ci sono delle agevolazioni che hanno come obiettivo l’aumento della patrimonializzazione delle PMI.
Agevolazioni patrimonializzazione delle PMI

Agevolazioni patrimonializzazione delle PMI

L’accesso alle agevolazioni sulla patrimonializzazione delle PMI è riservato alle Pmi esportatrici, con sede legale in Italia, che hanno realizzato in ciascuno dei tre esercizi precedenti a quello di presentazione della domanda un fatturato estero la cui media sia pari ad almeno il 35% del fatturato aziendale totale.

Al momento dell’erogazione del finanziamento, le imprese beneficiarie devono essere costituite in forma di società per azioni.

Il finanziamento agevolato è concesso nel limite del 25% del patrimonio netto dell’impresa richiedente, risultante dall’ultimo bilancio approvato.
Il finanziamento agevolato non potrà superare l’importo di 300.000 euro, ed è erogato al tasso di riferimento stabilito dalla normativa comunitaria vigente al momento della concessione.

Sarà comunque il Comitato Simest a stabilire la misura del Finanziamento sulla base della consistenza patrimoniale e finanziaria del richiedente.

  
  

Chi può accedere all’agevolazione ?

Le imprese possono accedere all’agevolazione se superano il livello di soglia patrimoniale ritenuto adeguato in un contesto di crescita aziendale. Questo limite è rappresentato dall’indice di copertura delle immobilizzazioni, ovvero il rapporto tra patrimonio netto e attività immobilizzate nette. La soglia è:
– 0,80 per le imprese industriali/manifatturiere
– 1,00 per le imprese commerciali/di servizi

Non sono comunque ammesse le Pmi con livello di solidità patrimoniale superiore a 2,00.
L’indice di copertura delle immobilizzazioni che un’impresa presenta sulla base dell’ultimo bilancio approvato si definisce “Livello di ingresso”.

Obiettivo dell’agevolazione

L’agevolazione ha lo scopo di far crescere l’indice di copertura delle immobilizzazioni dell’impresa beneficiaria. Sono previste due fasi per il raggiungimento dello scopo:
1. fase di erogazione del prestito e di preammortamento
2. fase di rimborso del prestito

La prima fase parte dalla data di erogazione del finanziamento e termina alla fine del secondo esercizio intero dell’impresa.

Modalità di presentazione delle domande

Le modalità di presentazione delle domande, i criteri di ammissibilità e tutti gli aspetti operativi connessi alla gestione degli interventi, compresi gli aspetti relativi all’erogazione e rimborso saranno definiti con apposite delibere del Comitato agevolazioni.

  
  
  

Commenti